Matteo Trentin, Amedeo Cicchese, Orchestra giovanile Filarmonici Friulani – Basilica di Aquileia

Verso l’Infinitude

Matteo Trentin – Primo oboe presso l’orchestra “Opéra National de Lyon”
Amedeo Cicchese – Primo violoncello presso l’ “Orchestra del Teatro Regio di Torino”
Orchestra Giovanile filarmonici Friulani

Musiche di W.A. Mozart, F.J. Haydn

Concerto nato dalla collaborazione tra il progetto Music System Italy promosso da SimulArte e l’Orchestra Giovanile Filarmonici Friulani. Un evento speciale che guarda al futuro e a una ritrovata vicinanza tra giovani artisti di diverse nazionalità.

Orchestra giovanile Filarmonici Friulani

Musica e cultura dei giovani e per i giovani. Con questo spirito nasce, nel 2015, l’orchestra giovanile Filarmonici Friulani, unico esempio della Regione Friuli Venezia Giulia di ensemble musicale gestito, coordinato e curato da under 30. L’orchestra coinvolge più di 70 musicisti di età compresa tra i 14 e i 30 anni, tutti strumentisti originari della Regione e studenti delle scuole musicali del Friuli Venezia Giulia, nonché delle più prestigiose accademia italiane ed estere.
www.filarmonicifriulani.com

INGRESSO GRATUITO CON PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA
Per prenotare compila il modulo sottostante oppure scrivi a biglietteria@simularte.it
TEL: +39 04321482124 (dal lunedì al sabato ore 16:00 – 19:00
Ulteriori informazioni
A seguito delle nuove norme per contrastare la diffusione del virus COVID19 per la partecipazione a questo evento è necessario essere in possesso del “Green Pass”
.


Sold out!

Data

15 Ago 2021
Expired!

Ora

21:00

Ingresso

Gratuito con registrazione
Basilica di Aquileia

Luogo

Basilica di Aquileia
Piazza Capitolo, 1, 33051 Aquileia UD

Scopri di più

  • Amedeo Cicchese
    Amedeo Cicchese
    violoncello

    Nato a Campobasso nel 1988, Amedeo si è diplomato con il massimo dei voti e la lode presso il Conservatorio “L.Perosi” all’età di 17 anni. Poco dopo ha conseguito il Diploma di Specializzazione in Musica da Camera e Violoncello con Rocco Filippini e Giovanni Sollima presso l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma. Ha frequentato la Hochschule der Künste di Berna sotto la guida di Antonio Meneses. Amedeo ha partecipato a masterclass con David Geringas, Maria Kliegel, Natalia Gutmann. Vincitore del prestigioso “Premio Giuseppe Sinopoli” conferito con la massima onorificenza dal Presidente della Repubblica Italiana nel 2014, Amedeo ha vinto più di 30 concorsi nazionali e internazionali oltre a menzioni speciali. Ha debuttato come solista all’età di 16 anni con il Concerto in Do maggiore di Haydn, il Triplo Concerto di Beethoven e il Concerto per violoncello di Schumann. Sono seguiti numerosi impegni come solista in Italia, Olanda, Turchia, Ungheria, Cina e Giappone.
    Nominato da Riccardo Muti Primo Violoncellista dell’Orchestra Cherubini, Amedeo si è esibito anche come solista in numerosi teatri per prestigiose istituzioni italiane e straniere ed è stato diretto da R. Muti, C. Abbado, F. Luisi, P. Jaarvi, C Eschenbach, MW Chung, R. Chailly, Tan Dun. Con quest’ultima si è esibito come solista con l’Orchestra Nazionale di Santa Cecilia, la Shanghai Philharmonic Orchestra e la China Youth Symphony Orchestra presso il Grand Theatre di Shanghai e la Sala Santa Cecilia Auditorium Parco della Musica di Roma. Amedeo ha debuttato, accompagnato dalla Tokyo Philharmonic Orchestra, presso la prestigiosa Suntory Hall di Tokyo, con grandi musicisti come Yundi Li e Ryu Goto, diretti da Tan Dun in occasione del concerto di chiusura del festival per il venticinquesimo anniversario della sala.
    Dal 2015 è Primo Violoncellista dell’Orchestra del Teatro Regio di Torino. Nominato dal M. Gianandrea Noseda è il direttore della sezione di violoncello in una delle orchestre più apprezzate d’Italia. È regolarmente invitato come Primo violoncello ospite con importanti orchestre come il Teatro alla Scala di Milano, Camerata Salzburg, Orquestra de Cadaques, Orchestra Leonore e Teatro San Carlo di Napoli.
    Particolarmente attivo come musicista da camera, ha vinto il prestigioso Concorso Internazionale “Vittorio Gui” di Firenze e il “Premio Trio di Trieste” nel 2009. È membro del Trio CCD insieme a Daniela Cammarano (violino) e Alessandro Deljavan (pianoforte ), e del Duo Janigro, con il violoncellista Paolo Bonomini. All’Accademia Chigiana di Siena ha ricevuto il prestigioso “Certificato d’Onore” conferitogli dall’Alban Berg Quartet.
    Ha pubblicato per l’etichetta Brilliant Classics nel gennaio 2020 le opere per violoncello e pianoforte di M. Castelnuovo-Tedesco e I. Pizzetti con Barbara Panzarella al pianoforte.
    Pochi mesi dopo insieme a Daniela Cammarano, violino, e Alessandro Deljavan, pianoforte, i trii per pianoforte di P. I. Tchaikovsky e C. Debussy.
    Ricordiamo inoltre le registrazioni per l’etichetta Brilliant Classics delle opere complete di Louise Farrenc in collaborazione con il celebre Quintetto Bottesini.

  • Matteo Trentin
    Matteo Trentin
    Oboe

    Diplomato con il massimo dei voti e la lode al Conservatorio “F. Venezze” di Rovigo sotto la guida di Fabrizio Oriani si è successivamente perfezionato in oboe con Luca Vignali e in musica da camera con Alessandro Specchi.
    Dal 2002 al 2004 è membro stabile dell’Orchestra Sinfonica di Milano “G. Verdi” sotto la direzione di Riccardo Chailly e dal 2004 al 2013 dell’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino sotto la direzione di Zubin Mehta.
    Ha collaborato inoltre in qualità di primo oboe con le più importanti orchestre italiane ed europee, tra cui l’Orchestra del Teatro alla Scala, l’Orchestra Filarmonica del Teatro alla Scala, l’Orchestra Sinfonica dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, l’Orchestra della Suisse Romande, la Gewandhausorchester Leipzig.
    L’attività orchestrale lo porta a esibirsi regolarmente presso alcune tra le più prestigiose istituzioni concertistiche in Italia e all’estero (Avery Fisher Hall di New York, Symphony Hall di Chicago, Musikverein di Vienna,Victoria Hall di Ginevra, Teatro Municipal di Santiago del Cile, Teatro Colon di Buenos Aires, Teatro Municipal di Rio de Janeiro, Suntory Hall e NHK Hall di Tokyo, Symphony Hall di Osaka…) sotto la guida di direttori come Riccardo Muti, Zubin Mehta, Daniel Barenboim, Lorin Maazel, Seiji Ozawa.
    Nel 2012 risulta vincitore del ruolo di Primo Oboe sia presso l’Orchestra del Teatro Regio di Torino che presso l’Orchestra del Teatro Comunale di Bologna, ruolo che ricopre fino al 2018 Dal 2019 è Hautbois Solo all’Orchestre de Opéra
    National de Lyon.