NADÂL 3.0

Buon Natale da SimulArte
Un Natale inclusivo per tutti
Un Natale a sostegno dell'economia locale
Un Natale di bellezza

L’evento a sorpresa il 17 dicembre 2022 a Udine in Piazza Matteotti

FLASHMOB MUSICALE PER UN NATALE 3.0 ALL'INSEGNA DELLA SOLIDARIETÀ

Diversi musicisti, sbucati uno alla volta dai negozi della piazza, hanno dato vita a un vero e proprio ensemble impegnato in canzoni natalizie. Donati rametti di vischio ai presenti e le cartoline con le tre “chiamate all’azione”: valorizzare l’economia di prossimità, valorizzare musei cittadini e una donazione ad HattivaLab.

Un musicista che, in mezzo al salotto cittadino nell’ora di punta dello shopping natalizio, fa risuonare le note dal suo contrabbasso. Fin qui non ci sarebbe nulla di strano, ma ecco che, man mano, da alcuni negozi di piazza San Giacomo, escono altri musicisti che si uniscono al “solista” e tutti insieme danno vita a un’orchestra impegnata in musiche tradizionali natalizie catturando l’attenzione del pubblico.

È stata davvero una sorpresa quella che gli udinesi si sono trovati davanti, 17 dicembre a Udine, nel cuore del centro cittadino. Un vero e proprio concerto-flashmob che SimulArte ha voluto regalare alla città durante le festività natalizie con il sostegno del Comune di Udine. A far risuonare le musiche nella centralissima piazza, prima le note di Marzio Tomada al contrabbasso e poi, pian piano, il quartetto d’archi dell’Orchestra Giovanile Filarmonici Friulani a cui si è aggiunto un secondo gruppo di musicisti, il Max Rapace Brass Factory, avvicinatosi, sempre a sorpresa, dagli scorci del centro storico dando così vita a un unico grande ensemble musicale. L’appuntamento è stato reso possibile grazie alla collaborazione tra SimulArte, Orchestra Giovanile Filarmonici Friulani e UdineIdea associazione che riunisce i commercianti del centro commerciale naturale cittadino. Un “happening” musicale che rappresenta il secondo evento del programma di Nadâl 3.0, il calendario musicale offerto al capoluogo friulano in questi ultimi giorni dell’anno all’insegna della partecipazione, socialità, tradizione e solidarietà.

La solidarietà e le 3 “chiamate all’azione”

I musicisti, in collaborazione con UdineIdea, sono “sbucati fuori” da alcuni negozi di piazza Matteotti, nello specifico da Ahmodo Lombarda, Caffè Al Portello, Querini lei, Lu/Lù, Paul Taylor, Pugnale e Caffè Hausbrandt. L’intero flashmob è stato ripreso e il video clip sarà diffuso e promosso online da SimulArte e da tutti i partner del progetto Nadâl 3.0 come un’ulteriore occasione di visibilità per il capoluogo friulano e per tre “chiamate all’azione”.

Non solo musica, infatti, perché durante il concerto sono stati donati a tutti i passanti dei rametti di vischio benaugurali e delle cartoline contenenti le 3 “chiamate all’azione” degli organizzatori, ovvero valorizzare l’economia di prossimità acquistando e vivendo il centro storico, scoprire le eccellenze del patrimonio culturale e artistico udinese grazie alla convenzione triennale tra SimulArte e PromoTurismoFvg per l’acquisto della Fvg Card a un prezzo scontato e, non da ultimo, promuovere una donazione a scopo benefico per favorire l’inclusione sociale. Nello specifico, destinataria delle donazioni, sarà la Cooperativa Sociale Hattiva Lab Onlus con sede a Paderno (Udine) in via Porzus che si occupa di servizi socio- educativi e assistenziali nell’area delle disabilità e dei minori con disturbi e difficoltà di apprendimento. Nadâl 3.0 è un progetto di SimulArte con il contributo del Comune di Udine e con la partecipazione di HattivaLab, UdineIdea, PromoturismoFvg, Cas*Aupa, Officine Giovani e Orchestra Giovanile Filarmonici Friulani.

PROGRAMMA

Nessun evento trovato!

Il progetto “Nadâl 3.0” propone 3 spettacoli musicali dal vivo di carattere itinerante e coinvolgente, nel corso del periodo Natalizio.
In particolare saranno coinvolti in totale oltre 20 giovani musicisti corregionali, che si esibiranno nel centro storico e nei quartieri di Udine.
Gli spettacoli dal vivo di assoluta qualità artistica che animeranno la città, coinvolgenti e dalle sonorità tipiche natalizie, sono parte di un progetto complessivamente diffuso ed articolato. A partire dalla musica infatti sarà proposto al pubblico uno spunto di riflessione su tre diverse tematiche, che si concretizzeranno in tre chiamate all’azione con finalità sociali, civili, culturali ed economiche:

– “Fai una donazione a scopo benefico per favorire l’inclusione sociale a Udine”
– “Compra locale, sostieni l’economia di prossimità, acquista e vivi il centro storico di Udine”
– “Scopri le eccellenze del patrimonio culturale e artistico udinese, visita i Musei Civici”

 

Le tre chiamate all’azione saranno contenute in un dono per tutti gli accorsi: un rametto di vischio avvolto da una cartolina pieghevole, contenente un messaggio di Auguri, un invito all’acquisto dei regali di Natale nei negozi del centro storico di Udine, un QR code da scansionare per sostenere una raccolta fondi del partner Hattiva Lab e un QR code da scansionare per acquistare – ad un prezzo scontato del 20% –  la FVG Card (grazie a una convenzione di SimulArte con Promoturismo FVG), che permette l’accesso a tutti i musei e altri luoghi simbolo della città di Udine.

Il progetto “Nadâl 3.0” pone le basi su tre principali pilastri e obiettivi sociali, civili, culturali ed economici:

  1. La promozione della solidarietà tipica della cultura friulana, che si concretizzerà in una raccolta fondi benefica a favore del progetto “La FabbriCotta” della Cooperativa sociale Hattiva Lab Onlus. La solidarietà sarà unita alla promozione della tradizione natalizia friulana. Infatti, il gesto del dono non è solo un aspetto chiave di tutta la tradizione natalizia cristiana, ma era presente già nel Friuli “barbaro”, dove le tribù governate da druidi/sacerdoti raccoglievano i “roi di visc” (rami di vischio), che poi le giovani donne regalavano ai loro innamorati, in segno di buon auspicio, fecondità e amore. 
  2. La promozione dell’economia locale e di prossimità, in particolare del motto “acquista friulano”, che si manifesterà nella cornice unica del centro storico cittadino, che per la concentrazione e la varietà di esercizi presenti, può essere e considerato un centro commerciale naturale. Qui è nata, l’associazione Centro Commerciale Naturale – UdineIdea, che è coinvolta nel progetto “Nadâl 3.0”. UdineIdea sarà quindi la protagonista di una chiamata all’azione proposta al pubblico presente: “Compra locale, sostieni l’economia di prossimità, acquista e vivi il centro storico di Udine”
  3. La promozione del patrimonio culturale e artistico della città di Udine. Grazie ad una convenzione triennale di SimulArte con Promoturimo FVG si provvederà a promuovere l’acquisto della FVG Card ad un prezzo scontato del 20%, scansionando con il proprio smartphone un QR Code presente nella cartolina che sarà data in dono al pubblico insieme al rametto di vischio. La FVG Card permette – a chiunque l’acquisti, turisti e cittadini – l’accesso a tutti i musei e altri luoghi simbolo del patrimonio artistico e culturale della città di Udine. Un invito, quindi, a godere della bellezza del territorio anche durante il periodo delle festività natalizie. 

 

Promuovere la cultura e la creatività che coinvolgono le nuove generazioni

SimulArte e i partner del progetto promuovono da sempre la creatività delle giovani generazioni. Nello specifico del progetto, i musicisti che si esibiranno nei tre luoghi scelti sono tutti giovani corregionali che si stanno distinguendo nel panorama musicale nazionale. In particolare almeno 10 musicisti coinvolti fanno parte dell’Orchestra giovanile Filarmonici Friulani (OFF) formata esclusivamente da musicisti di età compresa tra i 16 e i 35 anni originari del Triveneto.

Anche i luoghi scelti per l’iniziativa sono rappresentativi di una forte attenzione verso le giovani generazioni. Il primo appuntamento pone i riflettori sui giovani, essendo ambientato alle rinnovate Officine Giovani gestite dall’associazione Circolo Cas*Aupa insieme a Get Up e con il sostegno del comune di Udine. In uno spazio polifunzionale i giovani possono esprimere la propria creatività, in qualsiasi disciplina ed imparare nuove skill.

Il secondo appuntamento si svolgerà presso la sede di Hattiva Lab, che dal 2021 ha creato diversi servizi sulla formazione e sull’orientamento dei giovani. In particolare, per rispondere ai bisogni propri della fase di transizione alla vita adulta anche in relazione al tema del lavoro è stato creato il FUTURE HUB, un progetto triennale finanziato anche dal Comune di Udine, che si propone di creare contesti di formazione al lavoro e all’orientamento per quei giovani che non sono in grado di accedere al mondo del lavoro autonomamente.